martedì 22 luglio 2014

Una Galantina di pollo per la Peroni Food World Cup

Peroni ha deciso di celebrare la Coppa del Mondo 2014 con un insolita sfida culinaria: la Peroni Food World Cup. Otto paesi che partecipano al Mondiale si sfideranno a colpi di fornelli. La sfida prevede che i due contendenti duellino cucinando e descrivendo uno piatto “street” che rappresenti il loro paese.
A presentare le sfide ci sarà Chef Rubio che però non avrà anche il compito di decretare il vincitore, l’onere sarà di una apposita giuria composta da dipendenti di Birra Peroni. Il primo passo verso la finale è stato quello di scegliere 8 squadre dalle 31 partecipanti, in modo da far partire la competizione dai quarti di finale. Attraverso tre semplici sfide: lo stappo di Peroni, la rottura delle uova e la preparazione della frittata, si è passati da 32 a 16, poi a 12 e infine a 8. Queste le nazioni prescelte: Inghilterra, Russia, Brasile, Giappone, Spagna, Francia, Costa d’Avorio, Grecia.

Voi che ricetta avete pensato???
Io a questa...

GALANTINA DI POLLO

Ingredienti

1 pollo nostrano intero
1 petto di pollo
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
100 g di prosciutto cotto
1 uovo
1/ bicchiere di Brandy
prezzemolo intero q.b.
sale e pepe q.b.



Disossate il pollo in modo da ricavarne un unico pezzo, non forato, oppure per essere sicuri fatelo fare dal macellaio di fiducia. Macinate il petto di pollo ed il prosciutto, e riponete tutto in una terrina con un uovo. Salate e pepate il composto e riponetelo in frigo. Bagnate con il brandy e lasciate riposare in frigo per un ora. Nel frattempo preparate 2 litri di brodo con il sedano, la carota e la cipolla. Farcite la il pollo disossato con la farcia preparata ed il prezzemolo. Arrotolate formando un arrosto, chiudetelo con cura con lo spago da cucina, e quindi avvolgetelo in un canovaccio bianco e legatelo ben stretto. Immergete la galantina nel brodo in ebollizione e lasciatela cuocere a fuoco basso per circa un ora. Scolatela e mettetela sotto dei pesi e lasciatela raffreddare. Non appena si sarà raffredata togliete il canovaccio e riponetela in frigo fino al momento del bisogno. A vostro piacimento tagliatela sottile come l'affettato oppure leggermente più alta come se fosse un arrosto.
Servite con un bel bicchiere di birra Peroni.

Buon appetito e Buona Peroni Food World Cup


Articolo Sponsorizzato

giovedì 5 giugno 2014

Danio Snack: ricco in proteine e povero in grassi

Sei uno sportivo o pratichi una regolare attività fisica in palestra?
 
Sai bene allora che un’alimentazione bilanciata è importante sia per ottenere i risultati che ti sei prefissato che per reintegrare le energie spese per gli esercizi.
 
L’alimentazione dello sportivo necessita di energia, fornita dai carboidrati e grassi nelle giuste quantità, e di proteine che contribuiscono alla crescita e al mantenimento della massa muscolare. E’ inoltre molto importante per chi pratica attività in palestra reintegrare minerali come il calcio e le vitamine, attraverso un corretto apporto di acqua e nutrienti nei pasti che precedono e seguono l’ allenamento. Non dimentichiamo infine che il menù dello sportivo seppur bilanciato e completo di nutrienti dovrebbe essere facilmente digeribile per consentire ai muscoli di lavorare al meglio. Stai pensando a quale snack puoi inserire prima o dopo l’allenamento? Danio Snack, può aiutarti ad assumere con gusto e leggerezza i nutrienti per il tuo work out, perché ricco in proteine e povero di grassi. Danio Snack è ricco in proteine Le proteine contribuiscono alla crescita e al mantenimento dei muscoli: per chi pratica attività fisica regolare è ancora più importante assumerne ogni giorno le giuste quantità. Danio in seguito al suo esclusivo processo di colatura del siero e all’utilizzo di un quantitativo doppio di latte ne è naturalmente ricco: il 20% delle calorie che contiene derivano infatti da proteine. Inoltre le proteine di Danio sono ad al alto valore biologico in quanto contengono tutti gli aminoacidi essenziali di cui l’organismo ha bisogno. Danio Snack è povero di grassi I grassi sono importanti nutrienti della dieta in quanto forniscono energia e contribuiscono a numerosi processi metabolici e cellulari dell’organismo. Tuttavia non dobbiamo esagerare, perché se in eccesso si depositano nel tessuto adiposo e vanificano gli esercizi in palestra. Danio è povero in grassi e pertanto rappresenta una valida scelta per uno spuntino gustoso e leggero prima o dopo l’allenamento. Danio Snack è una buona fonte di calcio Il calcio è importante per le ossa. Ma lo sapevi che viene utilizzato anche dai nostri muscoli? E’ coinvolto infatti nelle reazioni necessarie alla contrazione e alla produzione dell’energia muscolare. Danio, con calcio e proteine, è quindi un vero alleato delle ossa e dei muscoli. I fermenti vivi di Danio Snack migliorano la digestione del lattosio presente nel prodotto A che ora della giornata ti alleni? Gli sportivi sanno che allenarsi a stomaco pieno non è conveniente. Per questo è importante che i pasti principali siano non troppo vicini all’allenamento ed è opportuno fare spuntini leggeri e spezzafame che diano energia immediata per gli esercizi. Nei soggetti che maldigeriscono il lattosio, i fermenti vivi nello yogurt o nel latte fermentato migliorano la digestione del lattosio contenuto nel prodotto. Danio è uno yogurt snack adatto per i soggetti che maldigeriscono il lattosio: provalo come spuntino prima o dopo il tuo work-out. Le Proteine Cosa sono le proteine Le proteine sono il costituente più presente nel nostro corpo dopo l’acqua. In un adulto di 70 kg per esempio, ci sono circa 10-12 kg di proteine distribuite per il 40% nei muscoli, per il 30% nei capelli e nella pelle e per un 25% nelle ossa. Ma cosa sono esattamente? Le proteine sono grandi molecole biologiche di cui l’organismo ha bisogno per il suo funzionamento e la crescita ottimale. Le proteine sono costituite da aminoacidi, di cui ne esistono 20 tipi in natura, alcuni fra i quali “essenziali” . Gli aminoacidi essenziali sono così definiti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e di conseguenza devono essere necessariamente introdotti con l’alimentazione. Dove troviamo le proteine negli alimenti Le proteine sono presenti in natura in diversi alimenti sia di origine animale che di origine vegetale. Fra gli alimenti di origine animale ricchi di proteine troviamo le uova, la carne, il pesce, i prodotti a base di latte e i suoi derivati come yogurt e formaggi. Tra gli alimenti di origine vegetale invece le proteine le ritroviamo in particolare nei legumi come ad esempio fagioli, piselli e lenticchie, nei cereali e anche nella frutta secca. Non tutte le proteine sono “uguali” Le proteine si distinguono per il diverso valore biologico che dipende da quali e quanti aminoacidi essenziali sono composte. Dopo le uova e la carne sono proprio latte e yogurt ad avere le proteine a più alto valore biologico: possiedono infatti tutti gli aminoacidi essenziali che l’organismo non è in grado di produrre da se e che quindi deve introdurre con l’alimentazione. Le proteine vanno rinnovate Il nostro organismo immagazzina grassi e zuccheri in organi e tessuti specifici, per utilizzarli poi quando necessario. Le proteine invece non hanno un sito di deposito: quelle che ingeriamo vengono consumate, e vanno quindi “rinnovate” giorno dopo giorno assumendo nuove proteine e aminoacidi essenziali. Sport e proteine Le proteine contribuiscono alla crescita e al mantenimento della massa muscolare. Per gli sportivi e chi pratica attività fisica regolare è dunque ancor più importante assumere proteine e aminoacidi essenziali nelle giuste quantità ogni giorno. Nell’alimentazione dello sportivo le proteine dovrebbero essere presenti sia nei pasti che precedono l’ allenamento che in quelli che lo seguono: una dieta corretta, costituita da 3 pasti principali e 2 spuntini, è quindi utile a distribuire il fabbisogno di energia e nutrienti nei diversi momenti della giornata. Fabbisogno di proteine I nutrizionisti suggeriscono ad un adulto di assumere circa 0,8-1 g di proteine per kg di peso corporeo desiderabile(1). Gli sportivi tuttavia hanno un aumentato rinnovo muscolare dovuto all’intensa attività fisica. Fonte: 1) LARN - Livelli raccomandati di energia e nutrienti per la popolazione italiana.


venerdì 2 maggio 2014

Guacamole

Esistono svariati modi di preparazione di questa salsa, chi usa il minipimer, il mortaio, il robot da cucina, in questo caso ho semplicemente utilizzato la rudimentale forchetta. Mi piace ottenere una salsa non fluida e nemmeno tutta omogenea, qua e la è buono sentire le varie consistenze degli ingredienti. Ottima come antipasto o come sfizioso aperitivo estivo accompagnata con una fresca Ceverza.  





GUACAMOLE

Ingredienti

4 avocadi maturi piccoli
1/2  cipolla o scalogno
1 peperoncino fresco Serrano
succo di un lime fresco
1 pomodorini ciliegini IGP di Pachino 
1 spicchio d'aglio
sale e pepe q.b.

Mondate l'aglio e la cipolla, sminuzzateli assieme al peperoncino fino ad ottenere un trito fine, se invece vi piace sentire qualcosa di croccante sotto ai denti lasciate la cipolla un po'  più grossa. Incidete per il lungo gli avocadi, eliminate il seme e la buccia e riponete la polpa in una bowl con l'aiuto di una forchetta schiacciateli, aggiungete il succo di lime.  Tagliate a in quattro i pomodorini ed aggiungete alla polpa insieme agli altri ingredienti precedentemente sminuzzati, salate e pepate. Servite conn qualche tortiglia e con una birra Modelo fresca.


Consigli utili: per la conservazione riponete la salsa in una ciotola con coperchio, ben chiusa e senza aria al suo interno, ciò eviterà l'ossidazione e manterrà il colore fresco dell'avocado. Riponete in frigo e portare a temperatura ambiente prima e mescolare al momento di servire.