lunedì 15 dicembre 2014

Mini Blinis al salmone e gamberi rosa del mediterrano e Tortine con salsa speziata alle castagne, mele e fichi

BLINIS AL SALMONE E UOVA DI SALMONE CON CREME FRAICHE ALL'ERBA CIPOLLINA


Blinis al salmone e uova di salmone con salsa alla creme fraiche all'erba cipollina


BLINIS AI GAMBERI ROSA DEL MEDITERRANEO CON SALSA ALLE SPEZIE

Blinis ai gamberi rosa del mediterraneo con salsa alle spezie

Ingredienti 

16 Mini Blinis Picard
100 g di salmone affumicato Picard
100 g di Gamberi rosa del mediterraneo Picard
40 g di Crème fraîche
uova di salmone q.b.
un bicchierino di cognac
erba cipollina, sale, pepe rosa q.b.
zenzero, curcuma, paprica q.b.

Preriscalda il forno a 150°C. Rimuovete i mini-blinis dal dall'involucro e disponeteli sulla griglia a metà altezza. Riscalda leggermente per circa 12 minuti. Trascorso il tempo necessario togliete i blinis dal forno e lasciateli intiepidire.
In una padellina saltate con un filo d'olio i gamberi rosa del mediterraneo, non appena prederanno colore sfumateli con il cognac, flambate il tutto e non appena si sarà spento il fuoco, unite le spezie e 20 g di crème fraîche e lasciate ridurre la salsa.
Disponete i Mini-Blinis su un piatto a vostro piacere e metà guarnite con fette di salmone e uova di salmone e crème fraîche all'erba cipollina. e i restanti disponete sopra i gamberetti e un po' di salsa speziata.


TORTINE SPEZIATE ALLE CASTAGNE, MELE E FICHI




Tortine con salsa dolce speziata, Castagne, mele e fichi




Ingredienti

150 g di farina
60 g di zucchero
50 g di burro
1 uova
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito vanigliato

1 grattata di scorza di limone
1 confezione Contorno dolce speziato con castagna, mele e fichi secchi Picard

Versate il una padella preriscaldata la confezione di contorno. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio. A metà cottura, rimuovere il coperchio e lasciate ridurre il tutto fino ad ottenere una salsa densa e caramellata. Lavorate lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto spumoso, unite il burro, il sale ed il lievito. Aggiungete poco per volta la farina, nel caso l’impasto dopo aver unito tutta la farina si presenta appiccicoso, aggiungete altra farina.
Lavorate l’impasto velocemente poi formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela risposare per mezz’ora in frigo.
Prendete la pasta e formate delle palline con l’impasto. Mettete le palline in formine del diametro di 3/4 cm e schiacciatele facendo aderire la pasta lungo il fondo e i bordi della formina.
Mettete un cucchiaino abbondante  della salsa precedentemente schiacciata fino ad ottenere dei piccolo pezzetti di frutta, ricoprite le tortine con la pasta rimasta.
Lasciate cuocere a 180° in forno preriscaldato per 20/30 minuti.

PICARD UNA VERA SCOPERTA... ECCO IL MIO BOTTINO DELLA GIORNATA!!!

@PicardISurgelati @Picardsurgelati ‪#‎PicardISurgelati ‬‪#‎NataleConPicard‬  ‪#‎parma‬  ‪#‎cibosurgelato‬ ‪#‎sugerlare‬ ‪#‎primi‬ ‪#‎Picard‬ ‪#‎pesce‬ ‪#‎cucina‬ ‪#‎foods‬ ‪#‎cibo‬    #‎bottinodipicard ‬‪#‎esenoncigossepicardbisognerebbeinventarlo‬ 

giovedì 27 novembre 2014

Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto

Se dovessi farvi capire come nascono le mie ricette diventereste di matti. Mi ritrovo a scervellarmi a tal punto di entrare in tilt temporaneo. Non é sempre facile comporre un piatto che si addice al pensiero di quel momento, a volte é quasi una violenza mentale, che però nessun tipo d'idea creativa esce. Questa ricetta doveva nascera a base di pesce, ed invece dopo una mattinata alle prese nella cottura della Lingua di manzo, mi si é accesa la lampadina.

SAPEVATE CHE....


"La lingua non è molto ricca dal punto di vista nutrizionale, ma è una preziosa fonte diferro. Al suo interno se ne trovano infatti quantità 3 volte superiori rispetto a quelle presenti nei muscoli della coscia del bovino, utilizzati per produrre il prosciutto. In 100 grammi di lingua sono presenti ben 3,4 grammi di questo minerale, pari a un terzo della dose giornaliera raccomandata alle donne e metà di quella consigliata agli uomini.Non solo, rispetto a quest’ultimo la lingua contiene 7 volte più vitamina B12 e 6 volte più vitamina C.
Il modo più comune per gustarla è bollitae servita con mostarda e sottaceti."


Fusilloni Matt Monograno Felicetti


Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto



FUSILLONI POP CON CUBOTTI DI LINGUA CARAMELLATA SU CREMA DI ZUCCA
E RIDUZIONE DI PORTO

Ingredienti

10 fusilloni Matt Felicetti
1 lingua di manzo
1/2 zucca
1 bicchiere di porto Tawny
2 bicchieri di olio di semi
1 gamba di sedano
1 carota
1 cipolla
olio d'oliva, sale e pepe q.b.


Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto



Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto
Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto


Cuocete la pasta in acqua bollente salata per un tempo pari al doppio di quello indicato sulla confezione. In questa fase facciamo si che l’amido e le proteine della farina assorbano più acqua possibile. Riponete la pasta ad essiccare in forno a 50°C per circa 4-6h.
Friggete la pasta essiccata in olio bollente a 190°C finchè comincia a scoppiettare e a diventare dorata. Le molecole di amido gelificato contengono acqua che a contatto con l’olio bollente evapora immediatamente creando così bolle che deformeranno la pasta.
Foderate la teglia da forno e cuocete la zucca precedentemente mondata e lavara a 180° per circa 40/45 minuti. Non appena sarà cotta, con l'aiuto di un cucchiaio svuotate la zucca stando attenti a staccare la polpa dalla buccia. Riponete la nel mixer ed unite un cucchiaio di brodo vegetale ed un goccio d'olio d'oliva e frullate fino ad ottenere una vellutata cremosa, ma non troppo liquida, correggete di sapidità e lasciate riposare. Riponete in una casseruola la lingua con gli aromi e lasciate cuocere per circa 6 ore a fiamma bassa, senza superare i 90 °C. Lasciate ridurre in un pentolino il porto, finché non si creerà una salsa densa e fluida. Non appena l'interiora sarà cotta lasciatela leggermente intiepidire, spellate e tagliatela a cubi del lato di 2 cm. Rosolateli in una padella antiaderente su tutte le facce.
Impiattate distribuendo la crema di zucca sul fondo e via via adagiate alternando un fusillone POP ad un cubotto di lingua, irrorate con la salsa al porto e servite.


Fusilloni Pop con cubotti di lingua caramellata su crema di zucca e riduzione di porto
Buon appetito.

lunedì 17 novembre 2014

La Bomba di riso alla Reggiana

Quella di cui vi parlerò é un'antica e tipica ricetta della tradizione emiliana, si pensa che le sue origini provengano dalle montagne Reggiane, dove il freddo e la neve forgiavano le persone di un tempo, ma al tempo stesso si riscaldavano davanti a pietanze, dove la tradizione ha fatto si che arrivassero fino a noi. Questa è una ricetta molto cara per la mia famiglia, poiché é un vero e proprio rito per il pranzo di Santo Stefano, se la Bomba di riso non é sulla tavola, manca la magia del nostro ritrovo e del nostro Santo Natale.


LA BOMBA DI RISO


Ingredienti 


Per il sugo:

400 g salsiccia di pesto di salame
80 g funghi porcini secchi
1 cipolla
mezza carota
mezza gamba di sedano
mezzo bicchiere di vino bianco
un filo d'olio d'oliva
sale e pepe q.b.

Per la "bomba":

500 g di riso Carnaroli
200 g di prosciutto cotto a fette (che mantenga la fetta)
100 g di Emmentaler DOP
200 g di panna da cucina
50 g di burro

La Bomba di Riso Reggiana




La Bomba di Riso Reggiana



La Bomba di Riso Reggiana


Cottura della Bomba di Riso

Fate soffriggere in una casseruola a fondo spesso la cipolla tritata e dei pezzi grossolani di sedano e carota con un filo olio d'oliva (che a fine cottura andrete a rimuovere. Quando si sarà rosolata aggiungete la salsiccia, bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco secco, lasciate evaporare l'alcool. Aggiungete il triplo concentrato e portate a cottura con un po' acqua calda. Dopo la prima fase di cottura il ragù dovrà cuocere a fuoco lento, per almeno 2 ore. Quando il sugo sarà pronto, rimuovete la carota ed il sedano e aggiungete i funghi (che precedentemente avrete ammollato in acqua tiepida per almeno mezz'ora) e lasciate cuocere per mezz'oretta aggiungendo l'acqua dei funghi filtrata.
Per la bomba :prendete uno stampo da forno alto e con il buco al centro (come se voleste fare una ciambella molto alta). Imburrate le pareti dello stampo, foderate (su tutti i lati compreso il centro) prima con le fette di prosciutto cotto e dopo con le fette di emmentaler. Cuocete il riso in abbondante acqua salata e scolatelo a metà cottura (circa 8-9 min). Condite il riso con il burro, la panna, amalgamate tutto per bene. Versate il riso nello stampo da forno e coprite la parte superiore con i lembi di prosciutto cotto che fuoriescono dallo stampo. Coprite con un foglio di alluminio e mettete a cuocere a bagnomaria nel forno pre-riscaldato a 180°. Dopo 25 minuti circa estraete lo stampo e togliete l'alluminio. Coprite con un piatto da portata rovesciato, capovolgete il tutto. In questo modo, la "bomba" (che in pratica si presenta come una ciambella molto alta completamente ricoperta di prosciutto cotto) è pronta. Riempite il buco centrale con il sugo. Portate in tavola e servite tagliando la bomba a fette (proprio come se fosse una ciambella), condendo con il ragù ai funghi e chi volesse Parmigiano Reggiano  grattugiato.


La Bomba di Riso Reggiana



Partecipo al contest