mercoledì 29 ottobre 2008

Tortelli di zucca reggiani

Come tutti o in parte sanno sono una "testa quadra"!!!
In poche parole sono una Reggiana DOC..
Nella Provincia di Reggio Emilia esistono delle tradizioni (penso che sia così anche nelle altre province), tramandate da mamma a figlia, da nonna a nipote e così via...
Io sono fortunata ho ancora tutte due le nonne e da una parte posso imparare tutti tipi di paste Fresche e piatti tipici reggiani (tortelli, cappelletti, lasagne, cappellettoni, tagliatelle ecc...) e dall'altra essendo nativa della montagna reggiana ho la possibilità di conoscere altre varianti (erbazzone montanaro, bomba di riso, anatra ripiena ecc..)
Visto che in questo periodo siamo indaffarati a svuotarle e non sappiamo cosa farcene del ripieno, volevo deliziarvi con la ricetta dei tortelli di zucca.


Tortelli di zucca reggiani

Ingredienti:
Per i tortelli:

Sfoglia:
500 g. di farina
4 o 5 uova
Ripieno:
500 g. di zucca
50 g. di amaretti (a piacere e se la zucca è buona si può evitare)
noce moscata grattugiata
pangrattato q.b.
sale e pepe q.b.

Per il soffritto:
1 cipolla media o scalogno
100 g. di lardo
50 g olio d'oliva
cucchiaio di concentrato di pomodoro o passata
sale e pepe q.b.


Per il ripieno:Cuocere la zucca in forno e riducetela in poltiglia quando é cotta se invece la lessate fatela sgocciolare in un colapasta per due ore e unitevi gli amaretti pestati finemente, un pizzico di noce moscata, sale e pepe e poco pangrattato, per legare il composto. Lasciate riposare coperto per un paio d'ore Per la sfoglia: impastare la farina con le uova, un pizzico di sale. Lavorate energicamente fino ad avere un composto liscio, elastico e consistente; avvolgetelo in un telo e lasciatelo riposare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, lavorate nuovamente la pasta, poi stendetela con il mattarello in una sfoglia sottile e ritagliate dei rettangoli lunghi circa 10 cm; farciteli con un po' di composto di zucca e richiudeteli a forma di barchetta, sigillando bene i bordi. Preparate un soffritto a base di lardo e olio, cipolla tritata, concentrato di pomodoro, sale e pepe. Questo condimento va fatto restringere per almeno un'ora, aggiungendo, se è necessario, un po' d'acqua. Lessate i tortelli in abbondante acqua salata, scolateli appena cotti con un mestolo forato e disponeteli in una zuppiera o in piatti di servizio caldi nel seguente modo: mettete sul fondo della zuppiera un po' di soffritto e una spolverata di grana, quindi disponete uno strato di tortelli, ricopritei di nuovo con il sugo e il grana fino a riempimento della zuppiera, coprite con un panno e lasciate riposare per mezz'ora circa prima di servire.
In alternativa al soffritto a base di lardo e pomodoro, si può utilizzare come condimento il burro fuso guarnito di Parmigiano-Reggiano.

4 commenti:

Serena ha detto...

ma se ci dovessimo incontrare tu me li fai i tortelli di zucca? il mio moroso è reggiano,di casalgrande, e stiamo per trasferirci a salvaterra.... tu? reggio , reggio.... baci carissima, mi fai sempre venire fame, vado a razzolare nel frigo..... ciaooooooo

manu ha detto...

che belli!!!! bravissima!!! buona settimana

Panna ha detto...

ti assicuro che tra tutti i tipi di tortelli al mondo, quelli alla zucca sono i miei preferiti....
grazie di avere partecipato
Mara (Panna)

Anonimo ha detto...

la mia nonna ci metteva anche scorza di limone grattgiata ,-)