giovedì 18 febbraio 2010

la Favola del Pane...

Dopo varie peripezie e salti mortali vi confido d'essere riuscita ad entrare nel Mondo delle Streghe, ma streghe buone, che fanno pozioni magiche a fin di bene.. ma cosa avevate capito?
E già ho avuto l'onore di conoscerne per bene tre di loro e da subito non sono più riuscita a fare a meno, per i continui scambi di opinioni e pozioni..
Da apprendista strega ne ho combinate veramente tante, di belle e di brutte, ma per premiarmi una di loro, mi mandò la suà pozione magica
Grazie all'aiuto delle grandi Maestre Pippina, Lolly e Cri Cri, sono riuscita ad apprendere l'arte e soprattutto la pozione magica di come fare il Pane...
Raccontarvela così quanto sopra sembra così semplice, ma ametto che non é stata una passeggiata..
Vi faccio un piccolo resoconto di quello che mi é accaduto in 3 settimane alle prese con la P.M. e la panificazione:
Ebbene la prima Pasta Madre dai post passati vi avevo raccontanto d'averla ammazzata, quindi il primo Flop.
A gennaio mi trovavo alle prese con due gemelline diverse di Pasta Madre (tutt'ora vive e vegete) che per essere alle prime armi con due ve lo assicuro che é stato veramente un casino totale.
Vivevo con la paura perenne di ammazzare una delle due, per di più ci stavo male ogni qualvolta éal fine di rifrescarle ne dovevo buttare via la metà perché il sentimento di dispiacere mi assaliva.
Al che mi sono detta ma "scusa Vale vuoi che il frigo sputacchi pasta madre ogni volta che lo apri?"
Al che ho iniziato via via a non ascoltare il dispiacere e di li a poco ho iniziato a panificare...
Beh a ripensarci mi scappa da ridere!!!
Il primo pane é stato un "Disaster", ero tutta emozionata e felice che non ho avuto tempo di chiedere alle grandi maestre delle dritte sulla lievitazione..
Le mie pagnottele era grandi tipo due torinesi e pesanti da far paura (se l'avessi tirato a dietro qualcuno l'avrei ammazzato) e l'odore di un odoro talmente tanto acido che nessuno l'avrebbe nemmeno annusato...

Pane Disaster




Quando il giorno dopo ho informato entrambe (Lolly e Pippi),e la prima cosa che mi hanno detto " Vale semplice!!! l'hai fatto lievitare troppo e quindi hai fatto collassare la lievitazione!"
Ho fatto COLLASSARE l'impasto? Io??? No mai... Ohhhhh... mannaggia ai pesciolini fritti!!!
Presa dallo sconforto ero già pronta buttare via le gemelline,e i kili e kili di farina comprata, quando la Pippina e la Lolly con tanta pazienza mi hanno insegnato e spiegato le loro tecniche per fare il Pane...
Mi é stato detto che questa cosetta é molto influenzata dai nostri stati d'animo, dalle energie negative e che basta un nulla per far si che il gioco non riesca.
Quindi la sera stessa dopo grandi insegnamenti, ero frizzante e piena di vita e il tutto riusci..


IV pane

Adesso anch'io che sono entrata nel club del Pane ammetto di far fatica:
a fare a meno del sentire sotto le mani quell'impasto profumato e pieno di vita.
a resistere di fissare per secondi/minuti le mie belle pagnotte in forno
a resistere di sentire il profumo inebriante che fuori esce dal forno
adesso lo sapete che cosa comporta entrare nel mondo del Pane, é un ciclo vizioso che se riuscite ad entrare difficilemente ne uscirete.
Rigrazio di cuore le mie amiche, perchè senza di loro non c'è l'avrei mai fatta a raccontare la mia bellissima Favola del Pane...


IV pane

45 commenti:

Aurelia ha detto...

Bellissima, la tua favola Valentina.
Capisco benissimo, quello che provi panificando...
Le prime volte, possono essere dei flop colossali, odore acre di ammoniaca, filoni di pane che sembrano mattoni,ma poi piano piano, quando capiamo come funziona il tutto,la soddisfazione è talmente grande che ci fa dimenticare tutto il resto!
Il tuo pane, è bellissimo, anche dalla fato si vede che è leggerissimo, e ben alveolato...
Bravissima Vale :)

LaGolosastra ha detto...

la tua pagnottona è una FAVOLA!
Bravissssssssimaaaaaaaaaaaaaaa!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Grazie mille....
@Aurelia é sempre stat una comica però mi sono divertita..
@Tessora cara grazie a te guarda dove sono arrivata.... Te voio bene... bacetto

Adrenalina ha detto...

Non mi dire nienteeeeeeee io sabato ho ammazzato la mia pasta madre....si è cotta nel forno :(

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Marzia... ma come cavolo hai fatto a cuocerla? ma povera patatina

dolci a ...gogo!!! ha detto...

favolosa!!!!!!!!!e poi i tuoi la panificaziomne mica e roba da niente anzi infatti per adesso va tutto nella mia mdp nemmeno mi azzardo a provarci da sola!!!!divertente poi questo post come sempre!!bacioni imma

pinguil ha detto...

sei stata bravissima.. dopo mille peripezie hai sfornato una meravigliosa pagnotta!!! che soddisfazione...bravaaaaa

Lo ha detto...

tesoro come sono felice! pe ril tuo pane e perchè sei qui...e perchè posso chiacchierare con te, imparare e ridere e confrontarmi...grazie per questo tenero post e un bacione immenso

manu ha detto...

tesoro ammazza che spettacolo!!!un bacione

Pippi ha detto...

Ma io lo sapevo che dentro di te c'era la 'pasta ' di una fornaia!!! Brava Vale vedi che poi ogni cosa rientra nei ranghi basta aver pazienza e soprattutto non demoralizzarsi dai primi disastrosi tentativi, è la storia di tutte noi panificatrici, credo, ma i risultati alla fine ripagano di ogni sforzo! un bacione
Pippi tua

Giò ha detto...

non potevi trovare un titolo migliore: il pane per me è sempre stato una magia, con il lievito madre addirittura una magia antichissima! anche la mia prima volta con la pasta madre è stato un disastro, ma ora mi viene sempre meglio..cmq il pane dipende dal nostro umore ma anche dalla luna, dal tempo, dall'umido dall'acqua.....ma noi siamo un pò maghette, no?

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Imma grazie mille pensa che quando scrivevo il post ripensavo alle vicende e ridevo piegata in due..
@Piguil grazie mille
@Lo tu sei sempre la mia tessorae grazie te d'esserci
@Manu grazie mille cara
@Pippina tutta mia grazie di cuore
@Giò me l'avevi raccontato in treno che era un'esperienza assai difficile, ma adesso che sono anch'io nel club delle maghette sforno pane e pane e pane, ciao tesorino

furfecchia ha detto...

è vero se entri nel mondo del pane non ne esci, specialmente quando hai provato quello con la pasta madre!
un bacio Silvia

Onde99 ha detto...

Complimenti per il grande successo ottenuto: hai sfornato delle bellissime pagnotte e credo che con la pasta madre non sia cosa da poco. Anch'io so che i lievitati, come le creme, risentono moltissimo dei nostri stati d'animo, a me per la verità capita un po' con tutta la cucina

Chiaretta ha detto...

Bravissima!! Vedrai che con la Pm diventa sempre più bello prepararsi in casa il pane...e le fette biscottate...i crakers!!!
Un bacio

iana ha detto...

beh cara, quando stai male a buttare mezza pasta madre vuol dire che sei entrata di diritto nel magico mondo della panificazione naturale e che nessuno ti potrà più far uscire... complimenti per la perseveranza e i risultati!

Geillis ha detto...

Come ti capisco!! Io ho fatto una serie di disastri clamorosi, anche con la mdp, prima di affinare la tecnica ma poi, che soddisfazione!!! Col lievito madre ancora non ho il coraggio, ma dicono tutti che il pane venga con una fragranza inconfondibile, mi confermi??

La cuoca Pasticciona ha detto...

Geillis ti confermo e dovresti sentire che fragranza che sprigiona.. ti riempie tutta la casa... bacio

Laura ha detto...

Che invidia...voglio fare anche io il paneeee!!!:)
bravissima e bella storia...

La cuoca Pasticciona ha detto...

Laura quando vuoi contattami se ti va ti mando un pezzetto di Pasta Madre...bacio

Claud ha detto...

Oh, che invidia... hai vinto la tua battaglia per l'affido della PM?! Io ancora uso il lievito di birra... cerco di diminuire le dosi e allungare le lievitazioni... (PS: siamo concittadine)

blunotte ha detto...

ma sei stata bravissima, e devo dirti la verità: il pane disaster mi ha fatto troppo ridere

SUNFLOWERS8 ha detto...

MI piacciono le favole e se i protagonisti si possono anche mangiare mi piacciono ancora di più ;D
Complimenti, io ancora non mi azzardo!
bacioni

fiorix ha detto...

Bellissimo il tuo pane..Complimenti!

Monella Golosa ha detto...

L'arte della panificazione è davvero un universo magico e non si smette di apprendere. Complimenti per i risultati ottenuti!

Luciana ha detto...

Ciao fare il pane non è facile ma con il tempo e l'esperienza, imparando dai propri errori, s'impara...il tuo pane senbra davvero buono...un bacio

pizzicotto77 ha detto...

Brava io con la pasta madre non mi sonomai cimentata, uso solo MDP e lievito seco, però penso che sia tutta un' altra cosa. forse prima o poi prenderò coraggio e proverò. un bacione, ti ho inserito tra i mmiei preferiti

Lady Cocca ha detto...

Bella ...bella e bella la tua favola...mi son rivista io i primi giorni alle prese con la PM...ora è splendida...io la chiamo il mio bambino e sforno cosine troppo buone...il pane vero e proprio ancora non mi ci sono cimentata per via della mancanza di tempo...ma guardando la tua splendida pagnotta mi è venuta una vogliaaaaaa...sei stata caparbia e bravissima!!!
un abbraccio Lidia

Olivia ha detto...

Grande Vale!!!!
Fierissima poichè per me tutti Voi che fate il pane siete dei miti!Per me questo è un mondo ancora inesplorato...pero quelllo del Disaster lo conosco bene!
baci

marifra79 ha detto...

COMPLIMENTI!!!!!E' uno spettacolo di pagnotta...non hai idea di quanto mi piacerebbe provare, ma poi mi blocco perchè con me la morte è assicurata....mannaggia!
UN ABBRACCIO

Ely ha detto...

bel racconto davvero e la pagnotta è meravigliosaaaaaaaaaaaaaaaaa! baci Ely

brii ha detto...

carissima!!!
davvero davvero brava!!
dopo un'anno di prove inutili con 3 o 4 lieviti madri diversi..(avevo perfino un pezzo di quello delle simili!!!!!)
io ho riunciato!
in mille tentativi non sono mai riuscita togliere l'odore acido..
quindi mi accontento dell'amico lievito di birra :)
abbiamo ormai un'amicizia consolidata, ci vogliamo bene e non ci facciamo incazzare a vicenda
:))

vale..un mega abbraccio
sei stata bravissima
baciusssssssssss

Claudia ha detto...

Ammazza che brava.. io ancora non trovo coraggio nè voglia.. nè tempo.. per panificare una prima volta!!!! smack e buon w.e. .-)

Maurina ha detto...

Mi sembra che l'ultimo esperimento sia proprio ben riuscito. Anch'io non compro pane, lo faccio sempre in casa ormai da anni, ma non uso la pasta madre ma il metodo della biga che ti consente di usare poco lievito. Mi trovo bene... l'importante e' che il pane sia buono! A presto - Maura

rossairlandese ha detto...

BELLA FAVOLA ! E IL PANE è PROPRIO MAGIA,E IL SUO PROFUMO è IL SUO COMPENSO PER TE...BELLO .nELLA TUA FAVOLA C'è ANCHE IL CATTIVO (PANE DISASTER)COME IN OGNI FAVOLA.LA SCRITTRICE DI QUESTA STORIA è STATA SUPERBRAVA,COMPLIMENTI!

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Kruger Agostinelli e sono il responsabile del Blog Cafè (http://www.squisito.org/blogcafe/) questo sito è stato segnalato per partecipare al "Premio Blog dell'Anno" di SQUISITO 2010.
Dovresti comunicarmi un tuo indirizzo di posta elettronica, indicando a quale blog corrisponde, su cui mantenere il contatto con noi.
Mi puoi scrivere a:
nominationblogcafe@kruger.it

Milena ha detto...

La panficiazione è una magia che si rinnova ...
La tenacia aiuta molto in cucina
Sei stata brava :))

manu ha detto...

che bello!!!un bacione buona domenica

sabrine d'aubergine ha detto...

Direi che nonostante i collassi pregressi, la tua panificazione casalinga con pasta madre è riuscita a perfezione: bravissima!

Sabrine

Valentina ha detto...

ANCH'IO VOGLIO FARE IL PANE COSI'!!!!!!
Sembra buonissimo e pure la tua storia è bellissima, vedi che succede a non passare???:-*

alessandra ha detto...

Ti dò pienamente ragione, una volta entrati nel girone dei lieviti madre non si esce più, e io ci sono entrata come te da poco ma non riesco più a farne a meno tant'è che pure ora ho in lievitazione dei panini ai carciofi(a proposito anche del tuo precedente post sui carciofi!!) e devo dire che dopo alcuni risultati disastrosi ne basta uno venuto bene che non si smette più di provare! Ale

marifra79 ha detto...

Ciao...passavo solo per un saluto!Spero tutto bene...un abbraccio cara

Damiana ha detto...

Immagino la soddisfazione,è bellissimo fare il pane e quant'è bello impastare,ti rilassa tantissimo e il profumo che invade la cucina...L'ora è proibitiva,ma domani mi metto all'opera chissà che non mi riesce bene come il uo!buonanotte!

Ago ha detto...

Aaah come ti capisco...all'inizio era lo stesso anche per me...adesso sto provando a farlo sempre e quindi cambio di metodo :-S
meno male che c'è Pippi...la sto stressando giusto un pochino ;-P ma è davvero fortissima! :-D
Il tuo pane è venuto super bellissimooo e la tua favola è anche vera vera :-D
bacionii
Ago :-D

rossairlandese ha detto...

Ciao se vuoi vieni a trovarmi per ritirare un premio .Baci