martedì 13 luglio 2010

Tartine di Caviale

Eccomi qui con una miriade di pensieri-parole e di nuovo pensieri-parole, proprio quelle che da due mesi a questa parte non avevano intenzione di farmi compagnia...
Ogni giorno c'è sempre stato qualcuno che mi mi ha spronato e di continuo mi ha chiesto il come e il perchè di questa lunga assenza...
Avrei voluto sforzarmi, ma l'idea di scrivere cose senza senso e di poca importanza (per me), mi metteva una rabbia e una malinconia che nessuno può immaginare, ho cercato di parlare da sola per trovare un filo logico a quello che volevo scrivere, ma niente da fare...
MI SPIACE...Ma é così!!! nella vita di tutti quanti é un continuo turbinio di emozioni, di sensazioni, difficili da reprimere e allo stesso tempo difficile da esternare...
Gente che arriva- gente che va, gente anche se solo per un istante ti entra nella pelle e con un segno invisibile ti rimane marchiato sulla pelle per il resto della tua esistenza...
Le persone ti cambiano e a volte ti feriscono, nonostante il bene che gli vuoi aimé non tutte si possono portare nel proprio viaggio...
Nonostante tutto, non ho smesso di sfamare la mia sete di sapere e ho fotografato, letto e combinato anche qualche pasticcio culinario (quando mai non lo faccio?)
Mi sto gustando la maggior parte delle cose senza alcuna/quasi cottura.
Visto che la badante di mia nonna su nostra commissione ha portato ben tre vasetti di Caviale, ho optato per questa semplicissima ricetta, anzi non ricetta...

Caviale

TARTINE AL CAVIALE

Ingredienti

2 fette di pane integrale in cassetta
2 pezzetti di burro
2 cucchiai di Caviale

Smalmate il burro sul pane e adagiatevi a vostro piacimento la quantità di Caviale.

Bon Apetit

Tartina al caviale

28 commenti:

Lauretta and Mary ha detto...

come ti capico...non sai quanto odio scrivere solo banalità, anche se alla fine è quello che mi riduco sempre a fare...a me piace cucinare..scrivere un po' meno...o comunque tutto quello che vorrei dire si blocca sempre alla punta delle dita e non riesce a spostarsi sulla tastiera del pc...
ad ogni modo anche se a me il caviale non piace, ben tornata con la tua ricettina...
io ancora devo fare i ravioli..spero di riuscire nel fine settimana! un abbraccio

LaGolosastra ha detto...

sono contenta di rileggerti, ma solo se lo fai volentieri ;)
Certo che sei tornata alla grande, con una nonricettadeluxe!


Ti abbraccio.

Francesca ha detto...

Beh, il rientro è grandioso: che bellissima foto Vale!

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Lauretta cara,di che aspettino i ravioli, con sto caldo immagino che non ti passi nemmeno per il cervello di farli... baciottone

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ma che bello vedervi tutte qui..
@Golosastra mia non vedo l'ora di vederti...
@francesca grazieeeeeeeee

sabri ha detto...

Ti rileggo qui con piacere, anche se ti seguo su fb e certe tue uscite mi fanno veramente ridere di gusto. Ma sai che il caviale non l'ho mai assaggiato? Pazzesco. C'è un negozietto di specialità russe, qua da noi, devo assolutamente rimediare!

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Sabri mi fa un sacco piacere che a qualcuno faccio ridere... :D provalo e fammi sapere.. :D

fantasie ha detto...

La tua non ricetta prevede un ingrediente speciale... ma io di badanti in giro non ho... :(((

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Stefy la mia prof preferita... grazieeeeeeeee mi sa che te ne manderò un pacchettino... :S

roberta cobrizo ha detto...

bentornata.
ogni cosa ha il suo tempo.
già te lo dissi. anche se la tua lievità goliardesca può apparire come superficialità all'occhio di chi non vuole andare oltre, si sente che non è così.

Lucia ha detto...

Quello che tu dici è vero, cara Valentina: non ha senso scrivere tanto per farlo, senza che alle parole corrisponda un qualcosa che viene da dentro... Infatti io per il momento mi limito a pubblicare ricette, senza post di accompagnamento, perché non ho ancora deciso di cosa parlare. Quindi ti comprendo perfettamente e ti ammiro per la tua sensibilità e profondità d'animo. Però, lasciatelo dire... è un piacere rileggerti!!! :-)

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Cara mia.. che belle parole hai scritto in mio favore... ed ogni volta lo fai,senza pretendere alcun che, ti adoro per quello che mi trasmetti e per quello che mi dai ogni giorno anche se non ho avuto modo di conoscerti dal vivo
@Lucia grazie mille é grazie a te, che sono riuscire a sputacchiare queste benedette parole, e non ti ringrazierò mai abbastanza... bacio

meggY ha detto...

La vita a volte ci riserva momenti di estremo sbattimento..ma l'importante è trovare tempo e voglia di seguire ciò che ci piace...a proposito io ancora non ero seguace del tuo blog (sono ancora un po'rimba con sto blogger), ho rimediato subito!Lo ripeto..queste tartine sono da acquolina, adoro il caviale!Ho scoperto che è strabuono anche in minima quanttà sulle tartine burro e salmone!
Mille baci bella

marifra79 ha detto...

Lo so che tanto non mi crederai ma in questo lungo periodo ti ho pensato spesso! Sapessi quante volte mi sono detta di finirla e chiudere, temo ricette banali,parole banali insomma di essere scontata... non chiedermi però perchè continuo perchè non lo so nemmeno io!!!Ehehheh!
Un grosso abbraccio

Patricia ha detto...

Bentornata cara, mi fa piacere che tu ci sia!
Besos
Pat

Federica ha detto...

Ho praticamente sempre il timore di essere banale, noiosa e scontata anche se mi trovo a scrivere cose serie. Magari non è solo un timore, è proprio così e spesso mi chiedo perchè non chiudo tutto e festa finita. Forse perchè è un modo per riuscire a tirar fuori la spensieratezza e la grinta che vorrei avere ogni giorno ma che nel quotidiano resta imprigionata dietro una maschera di rigore e serietà! Un abbraccio, bentornata

Pippi ha detto...

Brava che sei tornata Vale!! per ogni cosa c'è il suo tempo ...c'è stato un momento di silenzio, capita a tutti ma ora tira fuori la grinta che ti contraddistingue !
un bacio
Pippi

Crafty Sue ha detto...

Contenta di rileggerti!
EMMMM... Buono il Caviale!
Bellissime le foto, complimenti!
Sue.

alessandra (raravis) ha detto...

ci sono post pieni di parole, che non sanno di niente. E poi ci sono silenzi intelligenti- quelli che comunque mi hanno fatto passare da qui ogni tanto, anche a blog roll fermo da un po'.
Per me, va bene se ci metti anche solo i puntini...:-D
bentornata!!!!
ale

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

scrivere vuol dire mettere in mostra qualcosa di se.. e si si vuole fare con parole che vengono da dentro è una bellissima lettura... ma se si vuole scrivere solo frasi già fatte allora è meglio lasciar perdere...
ben tornata....
Pina

Ambra ha detto...

...Non sai che piacere risentirti cara...e le tue ricette mi sono mancate come i tuoi pensieri...bentornata!

fiOrdivanilla ha detto...

Cara Vale, direi che sei tornata alla grande con questa ricetta-non-ricetta. Di questo periodo di sa, vanno di moda e poi... vuoi mettere?, la tua è super raffinata!

Le persone vanno e vengono come fulmini a ciel sereno. Qualcuna lascia un segno, qualcuna no... qualcuna di queste persone meritano di compiere almeno parte del viaggio insieme a noi, altre neanche un passo. Alcune altre persone ancora, le vorremmo a tutti i costi con noi ma la ragione ci insegna a riflettere e a fare ciò che è più giusto per noi, per stare meglio. Ché, quindi, è meglio non portale lungo il "nostro" cammino. Talvolta è difficile ma necessario..

un abbraccio stritoloso,
:*

lucy ha detto...

piacere di conoscerti, ero già passtaa ma avevo visto un post un po' datatao.ora posso tornare a trovarti e vedere di nuovo belle ricette

Onde99 ha detto...

Stella, il blog non è obbligatorio e devi aggiornarlo solo se ti fa stare bene... io, comunque, sono contenta di riaverti tra noi!

( parentesiculinaria ) ha detto...

Piacere mio! Da quel che leggo manchi da un po' e quindi il mio neo-blog è stato varato nel tuo periodo di "assenza". Bentornata, allora, e a presto!

kia ha detto...

qualcuno ha detto mai che le non ricette sono peggiori delle ricette??!... intanto questo caviale a vedersi è bellissimo... grazie per esser passata da me... ah... i silenzi, seppure lunghi a volte fanno bene e passano prima o poi... (e sono sempre meglio di tanti rumorosi rumori oddio che ho detto!?!?)

p.s. evviva la badante... eppure la nonna!!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro succede di attraversare dei momenti particolarmente pesanti e ci is ente come svuotati...vedrai pian piano ti rialzerai alla grande!!!ottime le tartine un classico senza tempo!!baci imma

Anonimo ha detto...

Ciao, io li passo spesso momenti nei quali mi passa la voglia di scrivere, leggere o di "accompagnarmi" a qualcuno che ha soltanto bisogno della mia mail per chiedermi di votare le sue ricette o di iscrivermi a un club per farsi dare il premio se presenta un amico...poi magari a Pasqua neanche un augurio....a questa è la vita...per fortuna ce ne sono altre di persone che al contrario ti "danno"
Un abbraccio Sandra