mercoledì 13 luglio 2011

Gnocchi di patate viola con crema di piselli, guanciale croccante e gambero di Sicilia

Sarà che é un po' che penso a questo post e ne ho persino parlato alla carissima Ornella, anche lei ha subito acconsentito, dicendomi "Si, belli'dea!"
Non sarà il solito post dove di solito mi soffermo su quello che sento o quello che sto passando nelle ultime settimane perché uno per ora non mi va e due custodisco  tutto gelosamente.
Vorrei iniziare raccontandovi la bellissima favola della principessa sul pisello... La conoscete vero?

C'era una volta un principe che voleva sposare una principessa, ma ella doveva essere una principessa vera, una fanciulla di sangue blu. Perciò se ne andò in giro per il mondo cercando la giovinetta dei suoi sogni. Di fanciulle che affermavano di essere vere principesse egli ne trovò moltissime, ma al momento di sposarsi il principe era assalito da un dubbio: " Sarà proprio una principessa di sangue blu, oppure no? ".
Qualcosa, infatti, nel loro modo o nel loro portamento era poco reale e non convinceva del tutto il principe. Egli quindi non si decideva a sceglierne alcuna e, infine, dopo tanto vagare per il mondo, se ne tornò al suo castello, deluso per non aver trovato ciò che desiderava. Una sera si scatenò un temporale: i lampi si incrociavano, il tuono brontolava, cadeva una pioggia torrenziale: non si era mai vista una bufera così!. Qualcuno bussò alla porta del castello, e il vecchio re si affrettò ad aprire. Era una principessa. Ma come l'avevano ridotta la pioggia e il temporale! L'acqua cadeva a rivoli dai suoi capelli e dai suoi vestiti, e le entrava nelle scarpe, uscendone dalla suola. Tuttavia ella si presentò affermando di essere una vera principessa. "E' ciò che sapremo presto " pensò la vecchia regina, e senza dire nulla a nessuno entrò in una camera e mise un pisello nel letto che era in mezzo alla stanza. Quindi prese venti materassi, li stese uno sopra l'altro sul pisello, e vi aggiunse ancora venti piumini. Era quello il letto destinato alla principessa sconosciuta. La principessa venne accompagnata nella camera che le era stata destinata, e si coricò. Ma, per quanto fosse sfinita dalla stanchezza, non riusciva assolutamente ad addormentarsi. Da qualunque parte si girasse, sentiva sempre qualcosa di duro che le dava fastidio. L'indomani mattina, il re la regina e il principe bussarono alla sua porta, le diedero il buon giorno e le chiesero come avesse passato la notte.



- Male! Molto male! - ella rispose - Non ho potuto chiudere occhio! Dio solo sa quello che c'era nel letto! Era qualcosa che mi ha fatto venire la pelle livida. Che supplizio ho dovuto sopportare per tutta la notte! Ho provato a guardare fra le lenzuola. Ma non ho trovato nulla.


Il re, la regina e il giovane principe si diedero uno sguardo d'intesa: dalla risposta della fanciulla essi avevano capito che si trattava di una vera principessa! Ella aveva infatti sentito un pisello attraverso venti materassi e venti piumini. Chi mai, se non una vera principessa, una principessa di sangue blu poteva avere una pelle così delicata e sensibile? Il principe, convinto ormai che si trattava di una giovane di sangue reale, la scelse subito come sposa. Il pisello fu messo nel museo, dove credo si trovi ancora, a meno che qualche persona non lo abbia portato via. Ecco, bambini, vi ho raccontato una storia vera, vera come la bella principessa.



OLYMPUS DIGITAL CAMERA


GNOCCHI DI PATATE VIOLA CON CREMA DI PISELLI, GUANCIALE CROCCANTE E GAMBERO DI SICILIA

Ingredienti

500 kg di patate viola
125 g di farina
pepe e sale q.b.
1 uovo
1 scalogno
100 g di piselli freschi
2 gamberi  rossi di Sicilia
1 filo d'olio d'oliva
1 bicchierino di cognac


Cuocete le patate in abbondante acqua salata, sbucciatele e passatele, ancora calde, con lo schiacciapatate. Aggiungete  la farina, l'uovo, il sale ed il pepe ed impastate con cura in modo che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati. Formate un rotolo che taglierete in fette dallo spessore di due dita circa. Su di un piano infarinato, formate arrotolando con le mani, un rotolino dello spessore di un dito e ritagliate dei gnocchi di 2 cm l'uno. Per dare loro una bella forma, passateli con l'aiuto del pollice o su una grattugia o sui rebbi di una forchetta ( nel mio caso ho optato per una forma diversa e senza passarli sulla forchetta).
In un tegamino rosolate con un filo d'olio lo scalogno e non appena sarà imbiondito unite i piselli freschi, rosolateli e unite un goccino di brodo vegetale oppure acqua  e portate a cottura, stando attenti che quest'ultimi non cambino di colore.
Passate i piselli con il passaverdure aggiustate di sale e di pepe e unite un filo d'olio per dare sapidità.
Cuocete in acqua bollente i gnocchi e, non appena vengono a galla, scolateli e disponendoli sul piatto da portata, guarnite il tutto con la crema di piselli, il guanciale croccante e il gambero rosso sfumato con del cognac.

Gnocchi di patate viola con crema di piselli, guancialino e gambero

buon appetito

19 commenti:

roberta cobrizo ha detto...

fortunato il principe che troverà la principessa pasticciona e potrà assaggiare tali leccornie! ;-)

Ornella ha detto...

Uh... Vale, i colori sono strepitosi!!!!Immagino il sapore...
Mi sembra un piatto nel complesso, molto delicato. Bella la favola, la adoravo quando ero bambina, la sua "morale" continuo a condividerla:la supremazia dell'Essere sull'apparire! ;))

kristel ha detto...

Questi gnocchi viola sono davvero stupendi! Molto fashion. Complimenti!! C'é n giveaway da me, passa se vuoi partecipare. A presto! :)

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Cobri.. chissà chissà, se e quando arriverà... bacino
@Ornellina bella mia... sono facilissimi e buonissimi... bacino
@kristel con piacere partecipo volentieri. grazie

°Glo83° ha detto...

cosa mi ero persa....il tuo meraviglioso blog! complmenti per le foto e per le meravigliose ricette a partire da questi stupefacenti gnocchi!!!
da oggi ti seguo! ;)

p.s. le fiabe di Andersen sono le mie preferite!

Simo ha detto...

che meraviglia di colore quegli gnocchi...ma io le patate viola proprio non le trovo, mannaggia!

Valentina ha detto...

Mamma che bei colori Vale, bellissimo da vedere ed immagino ottimo da mangiare! Brava Muccina!

Olga ha detto...

Sono bellissimi da vedere, non oso immaginare che cosa sia mangiarli!!!! bravissima!

Gio ha detto...

la presentazione è fa-vo-lo-sa!!
ne immagino solo il sapore :P

labandeibroccoli ha detto...

non saremo proprio il principe,ma se ci prepari queste leccornie ti cediamo volentieri i nostri letti e prima scoviamo tutti i piselli da togliere dai materassi ^_^

Alice ha detto...

uffa io non trovo mai le patate viola!
:(
però mi piacciono tanto, le ho mangiate una volta sola e sono molto fotogeniche :D
il guanciale coi gamberi ci sta come il salame sul pane! gnam!!!!

Elena ha detto...

Ma anche dalle mie parti è difficile trovare le patate viola! E' proprio una ricetta originale e allegra ;)
Baci

La Cucina di Nonna Papera ha detto...

Uff...ma sono solo io che non trovo nè le patate, nè le carote viola? Vedo ricette fatte con questi ingredienti e mi vien voglia di provare e invece...nisba...

Comunque complimenti!! Sembra davvero un ottimo piatto!!

A presto,
Silvia

Gata da Plar - Mony ha detto...

e anche qui patate viola!!! ma perchè io non riesco a trovarleeeeee??!!!
sto rischiando l'esaurimento nervoso ecco!!! :DDD

Senti... il colore degli gnocchi è fantastico! e mi piace pure tantissimo la forma, diversa dal solito "tondino" o gnoccolino insomma! :)

E da Maliziosa con la M maiuscola quale sono, avrei una interpretazione un pò osè di questa favola... :*DDDD

bacioni e complimentissimi!

Aiuolik ha detto...

Spero che il mio amico coltivatore di patate viola ne abbia ancora perché a farci gli gnocchi non ci avevo pensato e invece l'effetto scenico è notevole!

Grazie dell'idea!
Ciaooo

Nena ha detto...

nemmeno io trovo le patate viola...credo che mi tocca fare una ricerce più accurata perchè ora mi hai davvero incuriosito con questo piatto:)) Complimenti anche per il tuo blog!

Gunther ha detto...

una ricetta cosi bella e raffinata, stimola l'apppetito che il calda inevece toglie :-)

gio ha detto...

ciao
per caso sono atterata in questo blog ….ma le patate viola , le vitelotte ,le coltivo da alcuni anni in mdo biologico , senza concimi ecc … qualcuno è interessato all’acquisto ?, ovviamente in piccole quantità

g.mal2011@libero.it

Gio ha detto...

ciao
per caso sono arrivata a questo blog …le patate viola , le vitelotte ,le coltivo da alcuni anni in mdo biologico , senza concimi ecc … qualcuno è interessato all’acquisto ?, ovviamente in piccole quantità

g.mal2011@libero.it