domenica 20 novembre 2011

Il minestrone minestrone indivia, patate, cipolla porro e radicchio (dell'AMARA-DOLCEZZA)

Nella vita siamo costantemente in fase di mutamenti e con ciò intendo il susseguirsi del giorno e della notte, del caldo e del freddo, e cambiamenti continui che la natura ha nei nostri confronti.
Avete mai fatto caso che anche noi seguiamo molto la natura, i colori che prendon vita sotto i nostri occhi, ci condizionano in bene la vita quotidiana.
Basti solo pensare che d'estate siamo alla ricerca di prodotti rifrescanti, dissetanti e soprattutto freddi ed invece ora che c'è il freddo che si annida e non ci lascia scampo ci coccoliamo con qualcosa di caldo.
Durante l'inverno é bello sorseggiare, mentre si é accovacciati al caldo, tisane che sprigionano il profumo della primavera passata, o quanto meno ideare creme o zuppe dal sapore unico e genuino.
Quando ho visto il contest di Nina e  le sue buffe-bellissime verdure ho deciso di partecipare, perché uno sono un'amante di Mine\Nine-strone e il fatto di ideare una sinfonia nuova in cucina che sprigionasse un qualcosa di fiabesco o Ninesco mi ha intrigato.
Non per essere troppo mielosa o quant'altro , ma quando c'è di mezzo lei tutto ha quel briciolo d'amore, armonia e felicità.



Il mio ninestrone ha un nome un po' insolito, perché a parte il sapore dolce delle verdure "bianche" c'è il contrasto del sapore amaro del radicchio e ricorda i momenti d'amarezza che ci capitano quotidianamente nel corso della vita, ma al tempo stesso c'è questa dolcezza che ci coccola e ci fa tornare un sospirato e attesissimo sorriso...

PB199767




IL NINESTRONE DELL'AMAR-DOLCEZZA

Ingredienti

1 cipolla bianca
1 porro
1 patata
2 indivie
2 foglie di radicchio
1 noce di burro
1 noce di dado vegetale
acqua q.b.
sale e pepe q.b.
scaglie di Parmigiano Reggiano
2 gocce di Aceto balsamico di Reggio Emilia

In una casseruola lasciate sciogliete il burro, non appena sarà del tutto sul fondo, unite la cipolla tritata ed il porro affettato finemente.
Lasciate rosolare, e non appena saranno appasite unite l'indivia tagliata a listarelle e la patata tagliata a cubetti.
Salate e pepate ed unite l'acqua e che la cottura abbia inizio...
Quando noterete che le verdure sono quasi cotte unite il radicchio tagliato a listarelle, ultimate la cottura per altri 3 muniti.
Servite il ninestrone dell'amara-dolcezza con qualche scaglia di Parmigiano Reggiano e goccina di Aceto Balsamico.
Minestrone dell'AMARA-DOLCEZZA

Buon appetito

7 commenti:

Francesca ha detto...

Dolce sei, affatto e mai amara.
Grazie a te, V.

Un abbraccio,

Ninetta

p.s. mammachebuono mi sa! :)

Francesca ha detto...

(grazie grazie grazie, dolci grazie)

Ely ha detto...

Un minestrone diverso dal solito, ma da provare assolutamente!

monica ha detto...

il tuo blog mi lascia sempre a bocca aperta...
ciao vale, un bacio

Lo ha detto...

tra le pieghe della vita ci sta l'amaro e ci sta il dolce......saperli mettere nel piatto è un ottimo modo per domarli! un bacio tesoro

La cuoca Pasticciona ha detto...

@Francesca grazie di cuore.. baci
@ely particolare e super coccoloso..
@monica sei sempre troppo gentile bacissimo
@Lo cippa mia.. io ti adoro un sacco... potrebbe andare bene anche a te questa ricettuola... baci

Francesca ha detto...

dolce tu e basta, ti aspetto di là :*...
baci
n