giovedì 24 novembre 2011

Zuppa di cipolle

E' difficile avere a che fare quotidianamente con le persone, ma é anche vero che é assai diffile relazionarsi con gli ingredienti che troviamo in cucina.
Credete che sia diventata matta? Beh probabilmente si!!!
Ciò ne mi spaventa ne mi preoccupa, perché in giro c'é tanta gente che razzola ed é molto più fuori della sottoscritta.
Tutto ciò mi é venuto in mente l'altro giorno quando ero in preda ad una valle di lacrime, in teoria mi ricordo la famosissima pubblicità della Valle degli Orti, che ciò non é nulla di paragonabile al mio luogo.
"Ma cosa si arriva a fare per un piatto di zuppa?"
occhi rossi, gonfi, della serie piango per te e alzi lo sguardo e non riesci nemmeno a guardare al di la del naso per la grande quantità di lacrime che ti perseguitano.
A me fa ridere, avere a che fare prodotti che a contatto con l'aria si ossidano o meglio ancora ci macchiano le mani o ci creano problemucci del tipo lacrime o starnuti.

Un buon piatto anche se é di grande semplicità costa sia lacrime che fatica, ma alla fine ti riempe e ti scalda il cuore e nella vita per certi versi è così.



Zuppa di Cipolla

ZUPPA DI CIPOLLE (Sopà ed Sigolà)

Ingredienti

10 cipolle bianche
1 gamba di sedano
1 carota
2 rametti di timo
1 dado vegetale
100 g di Toma piemontese
acqua, sale e pepe q.b.

Mondate e lavate le cipolle, lasciate infine sgocciolarle su un panno disteso sulla tavola.
Pulite la carota ed il sedano ed il timo, unite tutti e tre assieme ben stretti ed avvolgete il tutto in modo stretto con un filo, fino a formare un bel mazzetto aromatico.
Tagliate grossolanamente le cipolle, riponetele in una casseruola con dell'acqua ed il mazzetto.
Non appena l'acqua avrà raggiunto una certa temperatura (più o meno calda , ma non deve bollire) unite il pepe il sale e il dado vegetale.
Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per un circa un ora e mezzo a fuoco molto basso.
Riponere la zuppa nelle appositi piatti, riponete al centro qualche cubetto di Toma piemontese, riponete la zuppa in forno (precendetemente riscaldato) per 2/3 minuti.
Se vi gusta servite con qualche fetta di pane abrustolito.

PB209880

Buon Appetito..

4 commenti:

°Glo83° ha detto...

a me la cipolla piace molto, ma la evito per i vari problemi di odori e lacrime...ma questa zuppa vale bene quei "sacrifici"!!! ;)

bruna ha detto...

Stravedo per la zuppa di cipolle!
Posso consigliarti un trucco per non piangere?
Accendi una candela vicinissimo al tagliere su cui stai affettando le cipolle, la fiamma brucia i terpeni,le essenze volatili della cipolla prima che arrivino al tuo naso ed ai tuoi occhi.

Lo ha detto...

te sei fuori come un balcone...eheh ma la zuppa alle cipolle è la mia preferita....un bacio

Claudia ha detto...

Non so se sia più difficile relazionarsi con gli ingreidenti o con le persone! Tu però intanto, con gli ingredienti te la cavi benissimo visto che hai creato una zuppa deliziosa...e con le persone non sei da meno! mi piace leggere i tuoi post! :-)