martedì 19 giugno 2012

Conchiglie Benedetto Cavalieri al ragù di polpo

L'inizio di questa settimana non é stato dei più esaltanti, prendere una nuova forma influenzale nel pieno dell'estate, é assai ridicolo. Con tanto di febbre, nausee e mancanza d'appetito.. come si può gironzolare con sto caldo cuocente...? e soprattutto chi ne vuole un po' di questi bacilli?
Nel completo silenzio e buio di casa, ho avuto modo di scuriosare qua e la in diversi blog tra i quali c'è lei, da subito mi ha colpito per le sue ricette e per l'abbinamento cromatico ai piatti proposti.
Da quel poco che ho avuto modo di captare Martina é schietta, umile e pronta a dare ogni singola spiegazione di come siano fatti i suoi piatti.  La ricetta a cui non ho potuto dire di no é questa ricetta  e  l'ho sperimentata, sia chiaro apportando le mie solite modifiche. Per la cottura del polipo non ho utilizzato ne quella senza acqua, ne quella che troviamo su tutti i libri di cucina tradizionale, ho optato per la ricetta che mi hanno insegnato a scuola, quella di cuocerlo nell'acqua con l'aggiunta carota, sedano, cipolla e limoni, l'avete mai provata? Per me é molto interessante.

Conchiglie Benedetto Cavalieri al ragù di polpo 

CONCHIGLIE BENEDETTO CAVALIERI AL RAGU' DI POLPO

Ingredienti

500 g di conghiglie Benedetto Cavalieri
1 piovra di circa 1 kg (dopo la cottura sarà 600/ 700 g)
1 costa di sedano
1 cipolla
1 carota
2 limoni
100 g di passata di pomodoro
10 pomodorini freschi
1 scalogno
2 spicchi d'aglio
1 bicchierino di vino bianco
olio d'oliva

sale e pepe

Conchiglie Benedetto Cavalieri al ragù di polpo 

Cuocete la piovra  in una pentola con acqua fredda insieme alla cipolla, la carota, la costa di sedano puliti,  i due limoni tagliati in due e il succo di questi ultimi precedentemente spremuti. Portate a bollore e lasciate cuocere per circa 40-45 minuti, passato questo tempo con l'aiuto di una forchetta controllate la morbidezza del polpo.  Non appena la piovra si sarà raffreddata tritatela finemente, tenendo da parte qualche tentacolo da utilizzare come guarnizione, sempre se a tutti piace.
In una casseruola rosolate lo scalogno e l'aglio leggermente schiacciati per permettere di sprigionare l'aroma all'olio, non appena si saranno imbioditi, rimuovete i due spicchi d'aglio.
Unite al soffritto i pomodorini freschi e il trito di piovra, lasciate insaporire e sfumate con il vino bianco, mescolate di tanto in tanto finché non é evaporato del tutto l'alcool, infine aggiungete la passata di pomodoro, salate e pepate e portate termine la cottura del ragù. In una padella con un filo d'olio rendete croccante i tentacoli tenuti da parte. Cuocete le conchiglie, scolatele ed unitele al sugo, con un goccio d'aqua di cottura  e mantecate per bene la pasta. Servite guarnendo il piatto con i tentacoli croccanti e chi volesse una spolverata di prezzemolo oppure un po' di basilico fresco.


Conchiglie Benedetto Cavalieri al ragù di polpo

10 commenti:

Meggy ha detto...

Ciao tesoro, eccomi tornata operativa (appena rientrata ho chiesto info sul formaggio ma ssiamo ancora in alto mare, credo opterò x un altro omaggio tipico, ti tengo aggiornata!!!), queste conchiglie sono una visione sublime, io amo il polipo ma non ci ho mai fatto il ragù!Anch'io lo cuocio nell'acqua aromatizzata ;) Bacioni

Monique ha detto...

Bravissima!!! non avevo mai sentito parlare del ragù di polpo e io l'adoro.Originale:-)

Cranberry ha detto...

ma dai!!! ho fatto la stessa pasta con lo stesso sugo, conchiglie con sugo di polpo l'anno scorso e mi sonos empre ripromessa di metterle sul blog...poi mi son dimenticata :D

son venute benissimo anche a te, il mio però di sughetto era proprio semplice, bello il tuo^_^

pagnottella ha detto...

Gioiaaaaaaa ma come!? L'influenza con 'sto caldo! Povera stella! :(
Ricetta spettacolare! Adoro il ragù di polpo, è tanto che non lo prepara la mia mammina...mi piace il formato di pasta, noi solitamente lo abbiniamo alle linguine o agli spaghetti, le conchiglie ci stanno tutte! Raccolgono il sughetto ;)
mmmm riferisco alla mamy d'aggiungere il sedano e la carota, lei lo prepara senza queti due vegetali...me gusta!
Un bacione ...anche tu mi manchi tenerona :*

Trattoria da Martina ha detto...

Grazie per aver provato la ricetta!!! E' venuta benissimo! Spero anche che ti sia piaciuta!!! Interessante la tua cottura del polpo, magari quando mi capiterà proverò il tuo sistema! Grazieee!!

Max ha detto...

Sono fantastici...non aggiungo altro...ciao.

Pasticcia ha detto...

Che aspetto invitante... davvero golose!!!

Terry ha detto...

Meraviglioso questo primo di mare...adoro il polpo e così è assolutamente da provare!

egidio barese di bari ha detto...

Da provare,il preparato deve diventare denso?

La cuoca Pasticciona ha detto...

@A TUTTI.. Grazie mille... Smack
@Egidio quasi la consistenza del vero Ragù.