giovedì 24 ottobre 2013

Tagliatelle ai mirtilli con porcini saltati al profumo di timo

Ora come ora non si può che affermare che l'autunno sia arrivato, in pompa-magna coi denti serrati fa di tutto per farsi notare. Penultimo giorno lavorativo di questa settimana abbastanza sconclusionata, ed indaffarata, mi faccio forza perché so che domani sarà un giorno migliore.


Tagliatelle ai mirtilli con porcini saltati al profumo di timo

TAGLIATELLE AI MIRTILLI CON PORCINI SALTATI AL PROFUMO DI TIMO

Ingredienti

300 g di farina di semola
250 g di mirtilli freschi
50 g di succo di mirtilli
2 porcini freschi nostrani (abbastanza grossi)
2 cucchiai d'olio d'oliva
2 noci di burro chiarificato
1 scalogno
1 rametto di timo fresco
sale e pepe q.b.

Tagliatelle ai mirtilli con porcini saltati al profumo di timo

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia ed in mezzo unite i mirtilli frullati e il succo di mirtilli, ed impastate energicamente, quando la pasta sarà liscia ed omogenea, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare per almeno venti minuti. Trascorso il tempo stendete via via tutta la pasta, stendete le strisce di pasta su canovacci e non appena si sarà asciugata tagliate le tagliatelle.
Mondate con uno spelucchino accuratamente i porcini, stando attenti a rimuovere ogni impurità di terra, infine con l'aiuto di uno canovaccio umido (non bagnato) strofinate sia il gambo che la cappella, per rimuovere i residui  di sabbia/terriccio. In una padella rosolate lo scalogno con un filo d'olio e la noce di burro chiarificato, non appena sarà appassito unite il gambo del porcino tagliato a tocchetti, a parte con utilizzando lo stesso procedimento trifolate le cappelle tagliate in ugual misura il resto del fungo. Infine salate e pepate ed unite il timo per insaporire il tutto.Vorrei precisare che ho utilizzato due padelle differenti perché le due parti del porcino hanno cotture diverse, poiché la parte sottostante è più legnosa e la cappella più morbida e umida e si rischierebbe di avere una parte cotta ed una cruda. Tuffate la pasta in abbondate acqua salata, dopo qualche minuto scolate e saltate il tutto insieme al "ragù" di porcini.
Servite caldo e vi auguro buon appetito a tutti voi.

Tagliatelle ai mirtilli con porcini saltati al profumo di timo


Partecipo al contest di Ti cucino così con Andrea Ribaldone

11 commenti:

Lo ha detto...

guarda che grazia e che genio in questo piatto :D

elenuccia ha detto...

Alle tagliatelle ai mirtilli non avrei mai pensato. Ora pero' mi hai davvero stuzzicato perche' questo piatto si presenta davvero benissimo. Fa proprio venire fame

Arianna Frasca ha detto...

Che bella idea le tagliatelle ai mirtilli!!

Erica Di Paolo ha detto...

Tu sei un mito!!!!! Ti adoro, questo è un piatto pazzesco!!! Grande...

la Cuoca Pasticciona ha detto...

Grazie grazie pisquetta mia :* provale!!!

la Cuoca Pasticciona ha detto...

Elenuccia provale e dimmi se ti piace il contrasto del dolciastro/acidulo dei mirtilli col sapore intenso e deciso dei funghi

la Cuoca Pasticciona ha detto...

;)

la Cuoca Pasticciona ha detto...

Grazie stellina bella!! :* sono davvero pazzesche

lucy ha detto...

ottimo questo piatto, sento i mirtilli che esaltano i porcini danno tutto il sapore e il profumo del bosco.ricetta davvero molto particolare.Grazie!

Sonia ha detto...

un piatto da chef! complimenti. ciauuu

Annalisa Sandri ha detto...

molto particolari e presentati veramente bene! complimenti!