sabato 11 luglio 2015

Carbonara 2.0 Reggio Emilia - Roma, andata e ritorno

Questa ricetta é nata dalle idee di due persone, cioè il mio pensiero di prestare il mio blog e quello di Maria Teresa, una grandissima cuoca che ha preparato questo meraviglioso ed accattivante piatto.
Vengono unite le sue origini Romane ed il luogo in cui da sfogo al grande amore per la cucina.
Così é nata la Carbonara 2.0


Reggio Emilia -  Roma, andata e ritorno

REGGIO EMILIA-ROMA, ANDATA E RITORNO _ CARBONARA 2.0

Ingredienti

per l'impasto lo spaghetto

300 g di farina 0 bio macinata a pietra 
200 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi grattugiato
4 tuorli 
2 uova intere allevate a terra (grandi)
50 g pancetta a fette 
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

per cialde 

parmigiano reggiano e pepe q.b.


Reggio Emilia -  Roma, andata e ritorno

Disponete su un piatto le fette di pancetta, riponete nel microonde e lasciate che diventi croccante, per evitare che il grasso bruci, tamponate con la carta assorbente, questo permette alla pancetta di mantenere un colore vivo.
Quando la pancetta si sarà raffreddata tritatele nel mixer, fino ad ottenere una polvere non regolare.
Riponete sulla spianatoia la farina a fontana ed unite il Parmigiano Reggiano, la polvere di pancetta, le uova, un pizzico di sale e pepe, impastate per bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgete nella pellicola l'impasto, lasciatelo riposare per circa mezz'oretta in frigorifero, poiché sarà più semplice la manipolarla. Disponete un foglio di carta da forno su due piatti, riponete su un piatto il parmigiano reggiano e formate un cerchio e nell'altro al parmigiano reggiano aggiungete del pepe e date la stessa forma del primo, cuocete nel microonde per circa 1 minuto, tagliatele con un coltello o con delle forbici  finché sono tenere e calde.
Stendete la pasta di circa 1 mm e con l'aiuto di un coltello lungo tagliate delle striscioline di 1 mm, prendere le strisce una alla volta e fatele passare sotto le mani dandogli la forma arrotondata degli spaghetti. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli e saltateli con  dell'olio evo a crudo. Impiattate la carbonara 2.0 a nido e decorate con le cialde di parmigiano reggiano, e quelle con il pepe e qualche pezzetto di pancetta croccante.


Reggio Emilia -  Roma, andata e ritorno





























#PRChef2015

3 commenti:

Ornella Mirelli ha detto...

Ma sai che mi piace assai assai? La voglio provare.

la Cuoca Pasticciona ha detto...

Ornellina provala perchè é una pasta meravigliosa e sostenuta... e basta condirla con puro e semplice Evo

Fabiana Del Nero ha detto...

Molto bella l'idea di "infilare" tutti gli ingredienti dentro lo spago!
Forse l'unico elemento mancante è quella cremosità che avvolge la pasta e che ci si aspetta di fronte ad una carbonara, ma...suppongo l'idea stia anche in questo, cambiare "punto di vista" mantenendo integro il sapore!!
E se cuocessi la pasta dentro un'acqua al parmigiano???
Molti saluti, buona sperimentazione:)))